In breve

Cgil Sicilia, vicenda che conferma scarsa credibilità bilancio regionale

Print Friendly, PDF & Email

La vicenda della tassa sul metano conferma la scarsa credibilità del bilancio regionale e getta nuove ombre su una finanza `creativa’ che nè risana i conti pubblici nè assicura sviluppo all’economia della nostra Regione”: lo sostiene Salvo Giglio, della segreteria regionale della Cgil. “La Cgil- dice-a suo tempo ha gia’ segnalato l’impercorribilità di quella proposta, sulla quale si sono poi pronunciati negativamente la Commissione tributaria di Palermo e prima ancora l’ Ue,l’Authority e il Tar Lombardia”. Giglio aggiunge che in questo contesto “non tranquillizzano affatto le dichiarazioni dell’assessore Pagano che dice che non ci saranno ricadute finanziarie per il bilancio del 2004, essendo queste risorse previste contemporaneamente in entrata (all’UPB 3 – altri tributi propri – sono iscritti per il 2004 entrate per 127.348.000 euro) e in uscita”. “Gli `effetti speciali’ della ginnastica finanziaria del governo Cuffaro- sottolinea l’esponente sindacale- non finiscono di stupire , con bilanci regionali che possono essere virtuali e contemporaneamente formalmente a posto. Di fatto- continua- queste entrate `virtuali’, in media quasi 250 mld di vecchie lire rispettivamente per il 2001, 2202 e 2003, (quelle già riscosse dovranno essere restituite dalla Regione alla Snam) hanno dato copertura finanziaria in 3 anni a spese di posta corrente per oltre 700 mld di vecchie lire che contribuiranno ad allargare il buco finanziario della Regione”.

Sii il primo utente a commentare

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.