In breve

CREMASCHI PRONTO A SOSTENERE RICHIESTE LAVORATORI

Print Friendly, PDF & Email

Palermo, 16 feb – “Se dalla Fiat di Termini Imerese dovesse venire la richiesta unitaria di tornare ad aumenti salariali uguali per tutti, e’ una richiesta che mi troverebbe d’accordo. Puo’ essere un  contributo al contratto”: lo ha detto Giorgio Cremaschi, della segreteria nazionale della Fiom, dopo l’assemblea del primo turno nel sito Fiat siciliano,  dove questa sera si apriranno le urne per votare l’accordo contrattuale raggiunto da sindacati e Federmeccanica il 19 gennaio. Cremaschi ha riferito di “un compresibile malessere sui temi salariali”, emerso durante l’assemblea e accompagnato da “una forte richiesta di salari uguli per tutti”. “Un altro impegno che mi sento di assumere – ha aggiunto Cremaschi- e’ quello di spingere perche’ si apra subito la vertenza di gruppo, affinche’ i lavoratori abbiano il giusto compenso per i sacrifici fatti e anche i loro bilanci possano tornare in nero”. Cremaschi ha definito l’assemblea nello stabilimento siciliano “calda e partecipata. Le critiche- ha specificato- sono comprensibili visto che alla Fiat i salari sono fermi dal 1996  e visto che Fiat ha rappresentato la punta di diamante del rifiuto di fare il contratto. Anche l’una tantum- ha aggiunto Cremaschi- penalizza i lavoratori che hanno fatto lunghi periodi di cassa integrazione”. Cremaschi ha comunque ribadito il suo giudizio “assolutamente positivo” sul contratto e specificato che “certamente i lavoratori hanno compreso il segno di una vertenza che e’ stata a difesa del contratto nazionale e del principio che deve essere uguale per tutti e andare oltre l’inflazione programmata”.
2006 dac

Sii il primo utente a commentare

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.