In breve

SINDACATI E GOVERNO SIGLANO PROTOCOLLO PER CONCERTAZIONE

Print Friendly, PDF & Email

PALERMO, 17 GEN – Lavoro, formazione professionale, sanità, Fiat: sono alcuni dei temi di cui hanno discusso Cgil Cisl e Uil siciliane e il presidente della Regione nel pomeriggio di oggi a Palazzo d’Orleans. L’incontro, conclusosi nella serata di oggi con la firma di un protocollo, è stato il primo dalle elezioni regionali che hanno confermato, nel maggio scorso, Cuffaro alla guida dell’esecutivo. Italo Tripi (Cgil), Paolo Mezzio (Cisl) e Claudio Barone (Uil) hanno manifestato disagio per il ritardo con cui il governo ha ripreso la concertazione e sottolineato “la necessità di riprendere il negoziato sulle emergenze e le prospettive di sviluppo della Sicilia”. Tra le priorità indicate dal sindacato, “una legge sul lavoro che risponda alle esigenze di sviluppo e incremento dell’occupazione e che marci di pari passo con la riforma della formazione professionale”; il varo del piano energetico regionale; la messa a punto di strumenti normativi per rilanciare la Fiat di Termini Imerese e i poli industriali dell’Isola. I sindacati hanno anche chiesto di discutere di infrastrutture, del piano dei rifiuti, di Ato idrici, di politiche sanitarie e sociali e della programmazione dei fondi comunitari 2007-2013. Tripi, Mezzio e Barone hanno sottolineato la necessità di trovare “accordi sulle strategie da perseguire, sulla cui base impegnare i fondi europei”. Cgil Cisl e Uil hannoo “preso atto” della proposta avanzata da Cuffaro di incontri trimestrali con i sindacati, in aggiunta agli altri che si renderanno necessari, dichiarando di “attendere il governo alla prova dei fatti”.

Sii il primo utente a commentare

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.