In breve

CGIL, IN SICILIA SERVIZIO ELETTRICO PEGGIORATO. "SUBITO IL PIANO ENERGETICO REGIONALE

Print Friendly, PDF & Email

Palermo, 4 giu- “La qualita’ del servizio elettrico in Sicilia peggiora con un aumento dei disservizi, in netta controtendenza rispetto all’andamento nazionale”: lo sostiene la Cgil siciliana  che chiede al presidente della Regione , Raffaele Lombardo, l’apertura di un tavolo di confronto con le forze sociali e gli enti locali per giungere a una rapida approvazione  del piano energetico e ambientale siciliano, atteso da sedici anni”.”Nel 2007- dice Alfio La Rosa, responsabile del dipartimento ambiente della Cgil regionale- la Sicilia e’ la maglia nera tra le regioni per minuti persi, 127, e per numero di interruzioni superiori a tre minuti (4,85) per  cliente in bassa tensione. La durata e il numero delle interruzioni in Sicilia -continua- e’ oltre il doppio della media nazionale e di oltre 4 volte rispetto alle regioni del Nord, con un aumento  rispettivamente, rispetto al 2006, del 16,5% e del 10,7%”. In questo contesto si va verso l’estate, “con il rischio di black out che possono causare- osserva la Cgil- gravi danni alle famiglie e alle attivita’ produttive”. La Cgil chiede dunque un piano  regionale di settore “incentrato su risparmio ed efficienza energetica, sull’aumento della produzione elettrica con impianti alimentati da fonti rinnovabili, sulla riduzione di emissioni nocive”. Ma anche, che vengano realizzati  interventi sulle reti di trasporto ad alta tensione  e sulle reti di distribuzione che “potrebbero anche facilitare l’accesso – sottolinea La Rosa-dell’energia prodotta dalle centrali eoliche e dalle centrali e tetti fotovoltaici che devono e possono svilupparsi in Sicilia”.
2008 dac

Sii il primo utente a commentare

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.