DOMANI SCIOPERO E MANIFESTAZIONE A CATANIA DAVANTI ST FIOM: NO A SMANTELLAMENTO MICROELETTRONICA

Print Friendly, PDF & Email

Palermo, 10 giu- Sciopero di 4 ore  e manifestazione (alle 12 davanti ai cancelli di St) domani a Catania dei dipendenti della Stmicroelectronics e della Numonyx, quest’ultima recentemente acquisita dalla Micron Tecnology. E’ un’iniziativa di Fim, Fiom e Uilm nazionali-  che coinvolgera’  anche gli altri impianti italiani che fanno riferimento alla multinazionale italofrancese- per sollecitare le istituzioni locali e il governo nazionale ad accendere i riflettori sulle sorti della microelettronica nel paese. Il governatore, Raffaele Lombardo, rispondendo a una lettera aperta delle Rsu di St e Numonyx, ha annunciato che incontrera’ i sindacati sabato alle 12.30 nella sede catanese della presidenza della Regione. “Alla regione- dice Giovanna Marano, segretaria generale della Fiom siciliana-, che peraltro e’ soggetto cofinanziatore del contratto di programma per St che il Cipe dovrebbe discutere a breve, chiediamo di  sollecitare la convocazione del tavolo a palazzo Chigi. In quella sede- aggiunge- occorrera’ pretendere che i progetti sul fotovoltaico non significhino smantellamento delle nanotecnologie ed esuberi di personale, ma siano aggiuntivi e prevedano anche nuova occupazione. Inoltre,- aggiunge- vogliamo garanzie per i lavoratori della Numonyx “. E’ un confronto col governo nazionale, che attraverso la Cassa depositi e prestiti e’ l’azionista di maggioranza di St, quello che Fim, Fiom e Uilm sollecitano dunque, auspicando di avere al loro fianco istituzioni locali e parlamentari eletti nell’isola, per dissipare i timori di smantellamento dell’industria dei semiconduttori , soprattutto in Sicilia. Negli ultimi mesi, sono stati infatti spostati al nord del paese  progetti e risorse (dal progetto BCD8, che riguarda nanotecnologie pregiate, prima assegnato a Catania e poi spostato a Milano alla produzione a 12 pollici). “Sarebbe un ulteriore passo verso la desertificazione industriale della Sicilia”, commenta Marano. St , che in Sicilia  conta 3.900 dipendenti in questi ultimi mesi ha deciso di investire nel fotovoltaico chiedendo la rimodulazione in tal senso di un contratto di programma che era stato siglato per le nanotecnologie, mentre Numonyx (400 dipendenti), gia’ derivante dalla cessione di un ramo di St, e’ stata acquisita dall’americana Micron tecnology, senza garanzie per i lavoratori. 2010 dac

Sii il primo utente a commentare

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.