CGIL, PER I PRECARI SICILIANI CI VUOLE SOLUZIONE CHE CONSENTA STABILIZZAZIONE

Palermo, 6 luglio- “Il Parlamento non puo’ ignorare il dramma dei precari siciliani, ma deve votare una soluzione vera, che dia prospettive di stabilita’ a questi lavoratori. Solo una proroga consegnerebbe infatti questo personale l’anno prossimo ai vincoli e ai limiti imposti per il pubblico impiego, pregiudicandone la stabilizzazione”: lo dicono Mariella Maggio, segretaria generale della Cgil Sicilia e Michele Pagliaro, della segreteria regionale Cgil. “Un mera proroga – sottolineano i due esponenti sindacali – sancirebbe il fallimento dell’esecutivo siciliano e della sua capacita’ di incidere sulle scelte che riguardano l’isola, ponendo nuovamente i precari nel limbo dell’incertezza e di quella dimensione della politica di cui in questi anni sono stati ostaggio”. Maggio e Pagliaro chiedono dunque “che si trovi una soluzione che consenta la stabilizzazione immediata di questo personale”.
2010 dac

Newsletter

Puoi anche iscriverti a liste specifiche:

Sii il primo utente a commentare

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.