"FIOM, "NON E’ VERO CHE I LAVORATORI E SINDACALISTI INTERRUPERO UN SERVIZIO PUBBLICO ESSENZIALE".

FIOM, “NON E’ VERO CHE I LAVORATORI E SINDACALISTI INTERRUPERO UN SERVIZIO PUBBLICO ESSENZIALE
Catania, 12 ott-“La decisione del giudice monocratico di vietare al segretario della Fiom Cgil di Catania e ad un gruppo di lavoratori di fare sindacato per ben cinque anni, ci lascia stupefatti. E a questo aggiungiamo la nostra indignazione per quanto sostenuto pubblicamente dal titolare dell’Acim. Non è vero che lavoratori e sindacalisti interruppero un servizio pubblico essenziale, e non è vero che con quella protesta sia stato leso un diritto dei cittadini”.Il segretario della Fiom Sicilia Giovanna Marano e il segretario della Camera del lavoro di Catania Angelo Villari  tornano sul caso che ha coinvolto Stefano Materia, condannato e interdetto da qualsiasi carica sindacale insieme ad altri  cinque lavoratori.”Non siamo ancora in grado di conoscere le motivazioni della sentenza, ma di certo c’è che l’apposita Commissione di garanzia dell’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali, interpellata dalla società, non ne ha  riconosciuto lo status di servizio pubblico essenziale. C’è poi la storia che parla chiaro: non conosciamo provvedimenti simili che siano mai approdati all’interdizione sindacale. Il diritto di sciopero è garantito dalla Costituzione italiana e noi non possiamo dimenticarlo. E’ per questo che la Fiom e la Cgil, per difendere il diritto costituzionale alla democrazia sindacale e alla tutela dei lavoratori, sosterranno  ad ogni livello e in tutti i luoghi possibili una battaglia in difesa di questi principi e dei lavoratori stessi che sono stati colpiti”.
RMDN

Sii il primo utente a commentare

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.