In breve

CGIL SICILIA, SEGUA INDIVIDUAZIONE RESPONSABILITA’ GESTIONALI E OPPORTUNE SANZIONI

Print Friendly, PDF & Email

Palermo, 20 aprile- “Alla sospensione dell’attivita’ deve ora seguire l’individuazione delle responsabilita’ gestionali a tutti i livelli, che hanno determinato lo stato di fatto e le pesanti criticita’ evidenziate dall’ ispezione condotta da Regione e Ministero”: lo dicono Elvira Morana, della segreteria regionale Cgil, e Francesco Gervasi , del dipartimento salute del sindacato, a proposito del blocco delle attivita’ dell’ unita’ di oncologia del Policlinico di Palermo, imposto da ministero e regione dopo l’ispezione effettuata in seguito alla morte, per un errore nella somministrazione di un farmaco, di una paziente. I due esponenti della Cgil sottolineano che “una volta individuate le responsabilita’ ci dovranno anche essere le opportune sanzioni per chi ha consentito che una struttura sanitaria si trovasse nelle condizioni pesanti riscontrate dall’indagine”. La Cgil, che auspica un controllo sulla situazione dei reparti di oncologia di tutta la Regione, chiede che “si acceleri per dare certezze ai pazienti ancora in carico al Policlinico, che hanno bisogno ora di sapere dove recarsi per proseguire nelle cure. Sarebbe una beffa per i pazienti – concludono Morana e Gervasi- dovere ancora pagare prezzi per essere inconsapevolmente incappati in una stuttura piena di problemi come l’oncologia del Policlinico.2012 dac

Sii il primo utente a commentare

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.