In breve

FORESTALI: SINDACATI DI CATEGORIA CONTRO ASSESSORE VECCHIO. “SOSPETTO CHE SI VOGLIA DIROTTARE ALTROVE RISORSE”

Print Friendly, PDF & Email

Palermo, 16 lug- “Se c’e’ un lavoratore in nero e’ perche’ c’e’ un datore di lavoro che lo ha assunto in nero per sfruttarlo ed evadere il fisco e i contributi e questo l’assessore Vecchio, che di mestiere fa l’imprenditore, dovrebbe saperlo”: lo dicono i segretari regionali di Fai Cisl, Flai Cgil, Uil Uil, Fabrizio Colonna, Salvatore Tripi e Gaetano Pensabene, a proposito di quanto dichiarato oggi sui forestali dall’assessore regionale alle attivita’ produttive. Sulle pagine di un quotidiano locale, Vecchio annuncia l’intenzione di chiedere un’indagine patrimoniale sui forestali “Questi continui attacchi ai forestali- affermano Colonna, Tripi e Pensabene- fanno sorgere il sospetto che si voglia camuffare inadempienze o dirottare altrove le risorse destinate al comparto. I tre sindacalisti sottolineano che “definire spreco la spesa sostenuta per preservare e migliorare i boschi, in una regione caratterizzata dal degrado ambientale, significa ignorare che le condizioni di sviluppo passano attraverso la progettazione e la realizzazione di un ambiente sano e tutelato. Ancora piu’ paradossale- rilevano- e’ che questo avvenga in una regione che spende di solo cancelleria 750 milioni, il doppio, cioe’ della spesa destinata al comparto forestale”.Colonna, Tripi e Pensabene concludono dicendo che “l’assessore Vecchio, invece di prendersela con i piu’ deboli, dovrebbe proporre al suo governo una riorganizzazione efficiente di tutto il sistema, partendo dalla testa”.
2012 dac

Sii il primo utente a commentare

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.