In breve

ELEZIONI: CGIL A BERSANI: LE CHIAVI DI VOLTA SONO LA DISCONTINUITA’ E IL RIGORE

Print Friendly, PDF & Email

Palermo, 18 ott- “Discontinuita’ e rigore”: sono queste per la Cgil Sicilia le due parole chiave sulle quale dovra’ essere incardinata l’azione del nuovo governo regionale. Lo ha detto Ferruccio Donato, reggente dell’organizzazione sindacale, durante un incontro delle parti sociali col segretario del Pd, Pierluigi Bersani. “Per dare il segno che qualcosa e’ cambiato- ha detto Donato- la prima cosa che ci aspettiamo e’ il recepimento, entro 10 giorni dall’insediamento del nuovo esecutivo e dell’Assemblea regionale, del decreto nazionale sui tagli ai costi della politica. Ci vuole inoltre un taglio netto con la pratica delle consulenze facili- ha aggiunto-e una revisione del bilancio regionale che miri a eliminare gli sprechi”. Donato ha aggiunto che “l’altro segnale netto, oltre che in tema di recupero di risorse, dovra’ venire sul fronte del lavoro produttivo e dello sviluppo ecosostenibile. Chiediamo che vengano varati subito un piano per la tutela del suolo –ha sottolineato-; un progetto per il recupero dell’evasione fiscale utilizzando a questo fine, previo accordo con le agenzie delle entrate, anche dipendenti della regione; il piano energetico regionale dando impulso allo sviluppo delle fonti rinnovabili”. Donato ha rilevato che “la Sicilia attende anche altri e importanti interventi e l’elenco e’ lungo, anche perche’ si viene da un lungo periodo di stallo e di inadeguatezza dell’azione di governo. Iniziando con quelli indicati dalla Cgil – ha sottolineato- il segnale di cambio di rotta sarebbe netto e si potrebbe ben sperare che la Sicilia riesca a incanalarsi su un binario che la porti alla ripresa e soprattutto al rilancio dell’occupazione”. Il sindacalista ha concluso con l’auspicio che “sui temi dello sviluppo e del lavoro il confronto del governo con le forze sociali sia continuo, affinche’ le istanze del mondo del lavoro e di quello produttivo siano da stimolo continuo a un’azione di governo nell’interesse della collettivita’”.
2012 dac

Sii il primo utente a commentare

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.