In breve

GESIP: CGIL, FIRMA TECNICA SUI ACCORDO MA PERMANE GIUDIZIO POLITICO NEGATIVO. “NON C’E’ CHIAREZZA SULLE RISORSE E I TEMPI RISCHIANO DI ALLUNGARSI”

Print Friendly, PDF & Email

Palermo, 13 dic- Firma “tecnica” della Cgil sulla proposta dell’assessore regionale al lavoro che estende gli ammortizzatori sociali in deroga  ai lavoratori della Gesip. “ Riteniamo di dovere contribuire- dice Michele Pagliaro, della segreteria regionale del sindacato- alla, purtroppo parziale soluzione, della questione sul tappeto per dare una risposta positiva ai problemi di ordine sociale. Restano pero’ intatti – specifica-  le riserve politiche e il giudizio negativo rispetto al fatto  che non e’ stata fatta nessuna chiarezza sulle risorse effettivamente disponibili e i nostri timori sui tempi di effettiva corresponsione delle indennità”. Secondo la Cgil, insomma, visto lo stato dell’arte,  “ci sono seri dubbi sul fatto che i lavoratori  Gesip possano essere pagati in tempi brevi”. Pagliaro ricorda che “in merito ai  65 milioni del Ministero l’Inps non ha ancora ricevuto nessuna comunicazione,  che la delibera da 21 milioni di euro del governo Lombardo sara’ spendibile solo a partire da gennaio 2013 e relativamente ai 115 milioni restanti , 40 di questi sono riconducibili a residui non spesi, e sugli altri 75 non ci sono delibere a noi note”. All’incertezza sulle risorse si aggiunge la questione dell’ordine cronologico, voluto dalla legge e dal Codice Violante, che la Cgil chiede venga rispettato. Pagliaro sottolinea che “l’attuale situazione di incertezza economica potrebbe avere gravi ripercussioni su tutti i lavoratori in attesa degli ammortizzatori che rischiano, andando oltre il 12 gennaio- rileva- di vedere ridotte le indennita’ del 23% per effetto della tassazione separata”. La Cgil inoltre fa riferimento ai principi di “equita’, giustizia sociale e rispetto per i piu’ deboli”, per chiedere che “tutte le istanze rigettate prima di questo accordo, come quella  dell’ Era, Ospedali riuniti di Messina, vengano rivalutate alla luce della novita’ cosi’ come venga consentito l’accesso a tutti gli altri che non avevano magari in precedenza presentato l’istanza perche’ le regole non lo consentivano”. Pagliaro  critica “ la mancanza di un progetto compiuto sul tema delle societa’ partecipate che e’ destinato a diventare- dice- un altro dei problemi della Sicilia e che riguarda oltre 10 mila lavoratori”.  Inoltre “il pesante ritardo della Regione nell’avvio delle trattative col governo nazionale per le risorse del 2013 che risultano ridotte del 33%”. La Cgil invita “il presidente Crocetta e l’assessore Bonafede a partecipare all’iniziativa di lotta della Cgil sugli ammortizzatori sociali che si terra’ il 17 a Roma a piazza del Pantheon”.
2012 dac

Sii il primo utente a commentare

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.