In breve

SICILIA: CGIL, PRIORITARI RISCRITTURA BILANCIO E PIANO DEL LAVORO, MA ANCHE SOLUZIONI PER AMMORTIZZATORI IN DEROGA

Print Friendly, PDF & Email

Palermo, 11 gen- Al governo Crocetta, la Cgil chiede di aprire subito il confronto su temi cruciali come la riscrittura del bilancio e il piano regionale del lavoro. Ma di dire anche, e subito, cosa intende fare su questioni impellenti, come la definizione dell’accordo quadro 2013 sugli ammortizzatori sociali in deroga “considerato- ha detto Michele Pagliaro, della segreteria regionale Cgil- che sono il termometro della crisi (l’anno scorso hanno coinvolto 20 mila persone per una spesa di 200 milioni),e che ci sono temi urgenti come quello delle risorse da reperire per il 2013 e delle azioni da mettere in campo contro la circolare Inps che blocca le pratiche non decretate entro dicembre”. Le linee prioritarie di intervento, per il sindacato, devono riguardare le energie rinnovabili, i sistemi acqua e rifiuti, la messa in sicurezza del territorio, le infrastrutture materiali e immateriali.
“Occorre valorizzare le vocazioni territoriali- è la tesi della Cgil- investendo ad esempio su agricoltura e turismo”. E per portare avanti questi obiettivi, servono oltre alla riscrittura del bilancio, “la rinegoziazione prima possibile col governo nazionale del patto di stabilità e l’utilizzazione sulle priorità dei fondi europei”. La Cgil chiede alla Regione anche “un intervento positivo- ha detto Antonio Riolo, della segreteria regionale- sulla questione dei beni confiscati alla mafia, avviando un monitoraggio che serva a riattivare le azioni che portino alla riassegnazione e al rilancio, laddove oggi la maggior parte di queste aziende fallisce”.

Sii il primo utente a commentare

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.