In breve

MAFIA: CAMUSSO E CROGI CHIEDONO A CROCETTA RICONOSCIMENTO BENEFICI A FAMILIARI VITTIME DEL PERIODO 1944- 1960 DOMANI A SCIACCA 1^ GIORNATA DELLA MEMORIA E DELLA LEGALITA’

Print Friendly, PDF & Email

Palermo, 3 maggio- Con una lettera a firma Susanna Camusso e Stefania Crogi, la Cgil e la Flai chiedono al presidente della Regione, Rosario Crocetta, di prendere provvedimenti per il riconoscimento dei benefici concessi ai familiari delle vittime della mafia e del terrorismo anche ai parenti di chi è caduto sotto i colpi della mafia tra gli anni 1944 e 1960. “E’ una ferita che va sanata quanto prima- scrivono le segretarie generali di Cgil e Flai- con l’intento di onorare fino in fondo la memoria di chi ha perso la vita in una stagione così rilevante per il movimento democratico siciliano”.
E’ di questo, anche, che si parlerà domani, all’Auditorium San Francesco di Sciacca, alle 9, nel corso della “1^ giornata della memoria e della legalità”, organizzata dalla Cgil, dalla Flai Sicilia e dalla Fondazione Accursio Miraglia, alla quale parteciperà il nuovo segretario generale della Cgil regionale, Michele Pagliaro.
Pagliaro dice: “Nell’ambito dell’impegno antimafia, coltivare la memoria collettiva e onorare le vittime innocenti è importante. A partire dalla fine della seconda guerra mondiale- aggiunge- i caduti per mano della mafia e del terrorismo agrario sono più di sessanta e molti di loro non hanno ottenuto giustizia sotto il profilo processuale né dovuto riconoscimento è stato dato al dolore dei familiari, cose cui occorre porre rimedio”.
Nei mesi scorsi Cgil e Flai regionali hanno anche chiesto la riapertura dei processi contro i mandanti degli omicidi di capilega e dirigenti contadini del periodo 1944-1964, con l’obiettivo di giungere alla celebrazione di un grande processo storico su quegli anni per far luce su una strage continua che ha mietuto vittime persone come Nicolò Azoti, Accursio Miraglia, Pacido Rizzotto, Salvatore Carnevale e tanti altri.
All’iniziativa di Sciacca parteciperanno anche gruppi di studenti e i familiari delle vittime di mafia. Interverranno il procuratore Bernardo Petralia, il magistrato Giovanbattista La Tona, lo storico Giuseppe Casarubbea, l’assessore regionale al territorio, Mariella Lo Bello, il segretario generale della Cgil, Michele Pagliaro, il segretario della Flai Sicilia, Salvatore Tripi.
Inoltre, Carmelo Di Franco, del dipartimento mercato del lavoro; Dino Paternostro, del dipartimento legalità della Cgil; Massimo Raso, segretario della Cgil di Agrigento; Franco Colletti, segretario provinciale della Flai; Franco Zammuto, segretario della Cgil di Sciacca.
2013 dac

Sii il primo utente a commentare

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.