In breve

MUSEI: MERCOLEDI’ SIT- IN DEI LAVORATORI DI NOVAMUSA, LUOGHI DELL’ARCADIA E FEDERICO MUSEI

Print Friendly, PDF & Email

Palermo, 24 giugno- Rischiano la chiusura da luglio i musei siciliani per carenza di personale, mentre per i lavoratori delle società Novamusa, Luoghi dell’Arcadia e Federico Musei di 6 province, che hanno curato fino alla revoca dell’affidamento servizi come le biglietterie, si avvicinano la fine del periodo di mobilità e lo spettro del licenziamento. Torna ad accendere i riflettori sull’argomento la Filcams Cgil siciliana che ha organizzato per mercoledì 26 giugno un sit- in dei lavoratori in questione, dalle 9 alle 14 davanti all’assessorato regionale ai beni culturali. “In attesa del pronunciamento del Tar sulla revoca dell’affidamento, previsto per il 31 ottobre, – ricorda Monica genovese, segretaria generale della Filcams Sicilia- la regione ha sospeso il bando per il nuovo affidamento ai privati dei servizi museali aggiuntivi che prevedeva peraltro una clausola sociale per il transito dei lavoratori delle tre società presso i nuovi soggetti affidatari. Noi- sottolinea Genovese- chiediamo che non si crei un nuovo dramma sociale, procedendo all’assorbimento temporaneo di questi lavoratori, un centinaio, nella Sas per lo svolgimento di servizi legati al turismo”. I servizi aggiuntivi come biglietterie, visite guidate, caffetterie e bookstore sono stati temporaneamente affidati ai dipendenti della regione che hanno già annunciato di avere esaurito le ore di straordinario disponibili. “I musei rischiano dunque di restare sguarniti di personale nei periodi di picco del turismo- osserva Genovese- mentre per i lavoratori che hanno curato questi servizi rischia di aprirsi un periodo nero”.
2013 dac

Sii il primo utente a commentare

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.