In breve

DOPPIA PREFERENZA DI GENERE: TAVOLO PERMANENTE SINDACATI – MONDO DELL’IMPRESA: CROCETTA SANI VULNUS. OGGI IN AULA LA LEGGE SENZA L’EMENDAMENTO

Print Friendly, PDF & Email

Palermo, 3 lug- “Una legge elettorale senza la doppia preferenza di genere è inconcepibile, è una contraddizione rispetto agli orientamenti ormai prevalenti e un vulnus al diritto alla rappresentanza”: a poche ore dall’inizio della discussione in Aula del  testo di modifica della legge elettorale regionale , lo sostiene in una nota il Tavolo permanente di genere, costituito da 16 sigle tra sindacati,  associazioni artigiane, della cooperazione e dell’imprenditoria femminile. I rappresentanti di Confartigiano, Confcommercio, Confcooperative, Confesercenti, Confagricoltura, Cna, Agci, Unicoop, Legacoop, Confindustria, Confimpresa, Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Cia, riuniti nel Tavolo di genere, chiedono al Presidente della Regione di “colmare questa grave lacuna, trovando il modo di riproporre l’emendamento ‘saltato’ in Commissione affari istituzionali”.  “Mentre la legge elettorale degli enti locali prevede la doppia preferenza di genere- scrivono le 16 sigle- non si capisce la logica secondo cui la stessa classe politica debba negare per la Regione questo importante strumento di democrazia, pensato per dare pari opportunità e dignità nella rappresentanza a tutti. Riteniamo – concludono- che si tratti di un passaggio qualificante dell’azione di governo, che non può essere sottovalutato”.
2013 dac

Sii il primo utente a commentare

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.