In breve

PRECARI:ARGURIO (CGIL), INDIVIDUATO PERCORSO. ORA PRESSING SU ROMA PER MODIFICHE A LEGGE DI STABILITA’

Print Friendly, PDF & Email

Palermo, 31 ott- “Con il percorso individuato, il nostro auspicio è che si realizzi quell’azione sinergica tra governo nazionale e governo regionale necessaria per risolvere il problema del precariato negli enti locali siciliani, a partire dalle proroghe”: lo dice Mimma Argurio, della segreteria regionale della Cgil, al termine dell’incontro dei sindacati con il Presidente della Regione. Sul tavolo oggi le questioni della proroga e dei percorsi di stabilizzazione. “Le proroghe sono il primo necessario passo-afferma Argurio- per evitare drammi sociali e su questo si è convenuto. Il presidente della Regione- aggiunge- ha detto che chiederà un  incontro per il 6 novembre al ministro d’Alia con la partecipazione disindacati ed enti locali, per illustrare le ragioni della Sicilia e chiedere che nella legge di stabilità siano introdotte le modifiche necessarie a garantire proroghe e percorsi di stabilizzazione”. Lunedì intanto si insedierà l’unità di crisi regione, sindacati e Anci con primo punto all’ordine del giorno appunto le proroghe. Per le
stabilizzazioni si dovrà provvedere al varo di un provvedimento legislativo regionale. "Si e' convenuto oggi sulla necessita' -dice Argurio – di fare pressing su Roma, avendo tutti chiaro che sono necessarie misure immediate da parte del governo nazionale e che solo con un’azione congiunta dei due esecutivi si può giungere alla soluzione del problema”.

2013 dac

Sii il primo utente a commentare

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.