In breve

FORMAZIONE PROFESSIONALE: FLC, RECUPERO COATTO FINANZIAMENTI EXTRA PROCEDURA CHE SBAGLIA BERSAGLIO. SE DOVESSE ESSERE RITENUTA LEGITTIMA SI FACCIA PIANO DI RATEIZZAZIONE, ALTRIMENTI OCCUPAZIONE A RISCHIO.

Print Friendly, PDF & Email

Palermo, 5 nov- “Una procedura assurda, mirata all’autotutela, che metterà in ginocchio gli enti creando nuova disoccupazione”: così il segretario generale della Flc Cgil Sicilia, Giusto Scozzaro, definisce il recupero coatto da parte della regione delle somme aggiuntive erogate tra il 2005 e il 2010  agli enti di formazione professionale che ne facevano richiesta. “In quegli anni- dice Scozzaro- era una prassi consolidata, peraltro da noi puntualmente criticata perché faceva lievitare il sistema, i costi, e in molti casi era un modo per aggirare il blocco delle assunzioni. Riteniamo tuttavia che responsabile di tutto ciò- puntualizza- sia non chi ha chiesto, e non certo estorto, ma chi ha concesso i finanziamenti extra, cioè gli assessori e i dirigenti di quegli anni che evidentemente hanno peccato di mancanza di professionalità e competenza”. Scozzaro contesta il fatto che “debbano essere sempre i lavoratori a pagare per i guasti del sistema. In questo modo- aggiunge- gli enti falliranno e ci sarà nuova disoccupazione”. Per il segretario della Flc, “se la procedura della regione dovesse essere ritenuta legittima si definisca almeno un piano di rateizzazione che consenta agli enti di sopravvivere”.
2013 dac

Sii il primo utente a commentare

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.