MICROELETTRONICA: CGIL E FIOM, POSITIVI IMPEGNI ASSUNTI DA COMMISSIONE ATTIVITA’ PRODUTTIVE, AUSPICHIAMO CHE GOVERNO LI CONFERMI

Print Friendly, PDF & Email

Palermo, 6 dic- “All’incontro dell’11 dicembre al Ministero della sviluppo economico sul futuro della microelettronica la regione siciliana questa volta ci sarà. Sarà anche istituito un tavolo tecnico per il migliore utilizzo dei fondi della programmazione europea 2014-2020, avendo come obiettivo il rilancio della microelettronica in Sicilia”: sono gli impegni scaturiti da un’audizione  delle parti sociali nella commissione Attività produttive dell’Ars, alla quale hanno partecipato oltre ai sindacati rappresentanti della Micron, della 3Sun e  della Stmicroelettronics. Lo riferiscono la Cgil e la Fiom regionali, che si augurano che “questi impegni vengano fatti propri dal governo regionale”.  Ne igiorni scorsi, in occasione dello sciopero del polo della microelettronica a Catania, Cgil e Fiom avevano criticato la latitanza del governo Letta “ che svende quote invece di cercare di ottenere per l’Italia quante più possibili delle risorse stanziate dall’Ue per il rilancio della microelettronica in Europa (100 miliardi)”, e la mancanza di rappresentanti della Regione all’ultimo incontro al Mise. “Non bisogna sottovalutare le possibilità di rilancio nell’isola di un settore competitivo come la microelettronica- dicono Ferruccio Donato (Cgil Sicilia) e Rosario Rappa (Fiom)-  , bisogna dunque fare in modo che non si perdano le opportunità offerte dall’Europa.  Ci pare in tal senso positivo –aggiungono –  anche l’impegno assunto dalla Commissione a ragionare sulla nuova programmazione europea, mettendo al tavolo tutte le parti, a supporto di questo obiettivo”.

2013 dac

Sii il primo utente a commentare

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.