In breve

CORRUZIONE: PAGLIARO (CGIL), SORPRENDENTE REAZIONE DELLA POLITICA

Print Friendly, PDF & Email

Palermo, 3 marzo- “Le reazioni al duro atto di accusa della Corte dei Conti sono tutte a vario titolo sorprendenti. Sorprende che si gridi allo scandalo, su cose note su cui la Corte fornisce anche un quadro dettagliato di dati. Sorprendono i  maldestri tentativi di tirarsi fuori di qualche schieramento politico che non risulta abbia fatto niente se
non chiacchere contro questo sistema. Sorprende il silenzio dei più su qualcosa che non può proprio essere passato sotto silenzio”: lo dice Michele Pagliaro, segretario generale della Cgil Sicilia a proposito delle accuse lanciate al sistema politico dalla magistratura contabile. “Noi- specifica Pagliaro- non diciamo certo che tutti i politici sono corrotti, ma da quelli che non lo sono ci aspetteremmo una posizione decisa sul problema. Perché ad esempio- sottolinea- non verificare subito le falle della legislazione vigente e pensare a sistemi di controllo efficaci? Si ha purtroppo la sensazione che certe forme di discrezionalità che portano ai fenomeni di corruzione siano accettate come legittime nel sistema”. Il segretario della Cgil afferma che “invece non è così, che la corruzione è un problema pesante per la Sicilia e per il Paese, questo è ormai sotto gli occhi di tutti e la politica, se vuole evitare di perdere del tutto di credibilità agli occhi della gente, deve solo agire”.
2014 dac

Sii il primo utente a commentare

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.