In breve

CALL CENTER: IN MILLE IL 4 GIUGNO A ROMA DALLA SICILIA PER CHIEDERE NORMATIVA SU DELOCALIZZAZIONI E APPALTI CHE EVITI COLLASSO OCCUPAZIONE

Print Friendly, PDF & Email

Palermo, 30 maggio- Un migliaio di lavoratori siciliani dei call center parteciparenno il 4 giugno alla manifestazione nazionale che si terrà a Roma su iniziativa dei sindacati di categoria di Cgil, Cisl e Uil. “Il timore, in Sicilia come in tutto il Paese, – dicono Ferruccio Donato, della Cgil Sicilia e Marcello Cardella, della Slc regionale- – è che le delocalizzazioni in atto e le gare al massimo ribasso possano avere ricadute negative sull’occupazione”. Gli occupati a tempo indeterminato nei call center sono in Sicilia circa 15.000 e ad essi se ne aggiungono migliaia con tipologie contrattuali atipiche. All’Almaviva, uno dei più grossi, da oltre un anno si applicano i contratti di solidarietà, con una riduzione oraria del 35%. I sindacati chiedono di intervenire subito con una nuova legislazione su appalti e delocalizzazioni, pena il collasso del settore. Cgil e Slc Sicilia hanno anche chiesto un incontro all’assessore regionale alle attività produttive, per affrontare il problema.
2014 dac

Sii il primo utente a commentare

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.