EMERGENZA SFRATTI: SUNIA SICILIA, ORA CHE C’E’ IL DECRETO ATTUATIVO SUL FONDO MOROSITA’ INCOLPEVOLE REGIONE SI ATTIVI PER DEFINIRE PERCORSO

Palermo 1 ago- “Dopo la pubblicazione (avvenuta il 14 luglio) nella Gazzetta ufficiale del decreto attuativo  che consentirà di utilizzare il Fondo per la morosità incolpevole istituito dalla legge 124 del 2013 sono necessarie una rapida ripartizione delle risorse stanziate dal Dl 102/2013 e dalla L. 80/2014 l’erogazione dei contributi alle famiglie aventi diritto con la predisposizione degli elenchi; immediate misure di graduazione degli sfratti per consentire una corretta gestione delle fasi attuative che si aprono; un serio impulso alla  rinegoziazione, a canoni inferiori,  delle locazioni interessate dai provvedimenti”. Lo sostiene il Sunia Sicilia, sindacato degli inquilini, che ha già chiesto un urgente incontro al presidente della Regione e all’assessore alle Infrastrutture per definire il percorso. “Riteniamo indispensabile infatti – scrive il Sunia in una nota- pervenire a un protocollo condiviso per la gestione dell’emergenza sfratti per morosità incolpevole che  veda il più alto coinvolgimento delle istituzioni pubbliche e delle rappresentanze sindacali della proprietà immobiliare e degli inquilini”. L’emergenza sfratti è stata da poco confermata dai dati del Ministero degli interni sul 2013  che danno per la Sicilia 4219  sfratti emessi, 6992 richieste di esecuzione e 2028  sfatti eseguiti. “Gli sfratti per morosità- dice la segretaria regionale del Sunia, Giusy Milazzo- rappresentano il 65% del  numero complessivo degli sfratti emessi e per Catania dati drammatici che secondo  le nostre stime manifestano una chiara tendenza a crescere nel 2014”. Milazzo aggiunge che “Ritardi, inadempienze e indifferenza rispetto alla gravità del problema non fanno altro che acuire l’emergenza abitativa , accrescere la disperazione e far nascere un profondo sentimento di sfiducia nei confronti delle Istituzioni tra i cittadini”.
2014 dac

Newsletter

Puoi anche iscriverti a liste specifiche:

Sii il primo utente a commentare

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.