In breve

CASA: FONDO SU MOROSITA’ INCOLPEVOLE, SINDACATI INQUILINI DIFFIDANO REGIONE AD ADOTTARE ATTI PER RIPARTIRE 850 MILA EURO DELLO STATO”. PENALIZZATE CENTINAIA DI FAMIGLIE SOTTO SFRATTO. POSSIBILI AZIONI COLLETTIVE

Print Friendly, PDF & Email

Palermo, 19 dic- Sunia Sicet e Uniat, sindacati degli inquilini,  hanno inviato al Presidente della Regione una nota di diffida all’adozione immediata degli atti necessari per la ripartizione del Fondo per la morosità incolpevole  e minacciano azioni collettive. “Non avere ancora provveduto all’adozione delle linea guida- scrivono le tre organizzazioni-  è una gravissima inadempienza che penalizza centinaia di famiglie sottoposte a sfratto .  La Regione – specificano-  avrebbe dovuto procedere semplicemente alla ripartizione dei  circa 850 mila euro che sono già stati erogati dallo Stato. E’ inammissibile – sottolineano- che un atto di una semplicità estrema richieda 5 mesi : questo è il tempo trascorso dall’emanazione del decreto nazionale sul fondo destinato allo morosità”. I sindacati degli inquilini  sottolineano che “la diffida a cui seguiranno ulteriori azioni di lotta  creerà anche i presupposti per avviare azioni collettive per coloro che sono stati danneggiati da questo imperdonabile ritardo”.Nell’incertezza  alcuni Comuni,  tra cui Siracusa  e  Agrigento, hanno già provveduto a emanare i bandi per informare i cittadini che si trovano sotto sfratto, “ma é evidente- sostengono Sunia, Sicet e Uniat- che se ai Comuni non perverranno le somme  da parte della Regione questa opportunità si trasformerà in una beffa”.  Forte è la preoccupazione dei sindacati inquilini “per il disinteresse che la Regione continua a dimostrare- sostengono-  su una tematica così rilevante come quella del disagio abitativo che meriterebbe  soprattutto in una lunga fase di crisi come quella che attraversiamo un’attenzione straordinaria”.
Dac 2014

Sii il primo utente a commentare

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.