In breve

EX SPORTELLISTI: FLC, PASSO AVANTI MA OCCORRE ORA DEFINIRE LE AZIONI PER RIDARE STABILITA’ OCCUPAZIONALE AGLI OPERATORI

Print Friendly, PDF & Email

Palermo, 4 dic- L’accordo col ministero del Lavoro che consentirà la contrattualizzazione per tre mesi degli ex sportellisti per la Flc Cgil Sicilia  è “un passo in avanti nella vertenza, ma solo un passo: adesso –sottolinea il sindacato in una nota-  occorre definire le azioni future per ridare stabilità occupazionale agli operatori, affidando loro i servizi e le politiche attive per il lavoro e restituendo loro la capacità di produrre”. Il Ministero del Lavoro e l'Autorità di Gestione del PON YEI, il piano operativo nazionale che stanzia le risorse del programma Garanzia Giovani, hanno in pratica autorizzato la Regione Siciliana, ad avvalersi del proprio ente strumentale, il Ciapi di Priolo, come soggetto attuatore, attribuendogli l'anticipazione delle risorse ed una quota aggiuntiva per l'assistenza tecnica. L’argomento sarà al centro oggi di un incontro dei sindacati con l’assessore regionale al lavoro. “Questa iniziativa- dice Giovanni Lo Cicero, della Flc Sicilia- consentirebbe di avviare il programma Garanzia giovani, raggiungendo la platea dei neet siciliani, effettuando le azioni affidate, a partire dai colloqui orientativi, ed avviando i giovani alle misure previste”. La Flc resta comunque critica nei confronti dell’amministrazione e del governo “per il ritardo con il quale si stanno cercando le soluzioni, e per la difficoltosa ed incerta individuazione di strumenti di sostegno al reddito e di ammortizzazione sociale”. Lo Cicero sottolinea peraltro che “questa è solo una parte della vertenza della formazione professionale, un settore che se non si cambia direzione, sarà condannato alla precarizzazione. Per ridare respiro alle persone, in questo comparto ormai allo stremo, servono azioni incisive e determinate- aggiunge l’esponente della Flc- e un intervento coordinato tra la regione e lo stato, che preveda un piano straordinario, una messa a regime della stessa pubblica amministrazione ed il recupero di ritardi ultra decennali”.
2014 DAC

Sii il primo utente a commentare

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.