In breve

EX SPORTELLISTI: CGIL, COSI’ SI CREA ALLARME SOCIALE E INCERTEZZA. GOVERNO CONTRADDITTORIO

Print Friendly, PDF & Email

Palermo, 28 gen- “Su quanto annunciato dall’assessore regionale al lavoro cogliamo una prima e pesante contraddizione: si parla di piano per il lavoro e per la lotta alla povertà e contemporaneamente si fa sapere che gli ex sportellisti tra tre mesi potrebbero restare senza lavoro, creando nuovo allarme sociale”: lo dice Monica Genovese, della segreteria regionale Cgil. “Da un lato – specifica- si annunciano interventi da venire con effetti da verificare, dall’altro si dice che 1.800 persone, già da troppo tempo appese a un filo, usciranno inderogabilmente e in tempi brevi dal sistema dei finanziamenti pubblici.”. Per l’esponente della Cgil “sarebbe auspicabile maggiore cautela da parte del titolare del Lavoro: non credo che diffondere allarme sociale  e veicolare incertezza sia una mossa azzeccata – sottolinea Genovese- in una regione che ha sì bisogno di riforme ma anche di tutele e di recuperare un clima di fiducia. Non possono essere sempre i lavoratori a pagare”.
2015 dac

Sii il primo utente a commentare

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.