In breve

Italkali: Cgil scrive a Crocetta, stop a svendita azioni per dismissione quota pubblica nel massimo della trasparenza e senza danno economico per la regione

Print Friendly, PDF & Email

Palermo, 25 marzo- La Cgil Sicilia, con una lettera inviata al presidente della Regione, chiede il blocco delle procedure di vendita della partecipazione azionaria della Regione in Italkali e l’avvio di un’operazione trasparenza “su una vicenda dai contorni poco chiari- sostiene il sindacato- che rischia di tradursi in una consistente perdita economica per la Regione”. “La partecipazione in un’azienda sana e appetibile- sostiene il segretario generale del sindacato, Michele Pagliaro- non può essere svenduta, con un’operazione al ribasso destinata ad andare a vantaggio solo dei privati che rilevano le quote”. La Cgil chiede  di sapere “cosa ha bloccato la procedura di dismissione avviata qualche anno fa che prevedeva l’individuazione di un advisor e una gara per l’aggiudicazione, per arrivare ad oggi con il prezzo delle azioni fatto in pratica dall’acquirente, i socio di minoranza, che ha tutto l’interesse di cercare di sborsare il meno possibile”. “Il  governo- afferma Pagliaro- deve riprendere in mano le fila di questa vicenda per arrivare a una vendita vantaggiosa. Ma anche per pretendere che l’acquirente assicuri un piano industriale di rilancio delle  attività e dell’occupazione con i necessari investimenti”.
2015 dac

Sii il primo utente a commentare

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.