In breve

Teatri: Cgil e Slc, per farli uscire dalla crisi servono lotta agli sprechi e riforma organica

Print Friendly, PDF & Email

Palermo, 29 mag – La crisi dei teatri va affrontata attraverso la “lotta agli sprechi, alle consulenze e anche agli eccessivi compensi degli amministratori, ma anche e soprattutto con una riforma organica fatta di interventi in buona parte a costo zero, di medio e lungo periodo”. Lo sostengono la Cgil e la Slc siciliane che chiedono alla Regione  di intervenire decisamente per favorire il risanamento e il rilancio dei teatri uscendo “sia dalla logica dei tagli, che ha caratterizzato anche l’ultima finanziaria regionale con la diminuzione delle risorse destinate alla produzione culturale – sostengono Ferruccio Donato (Cgil) e Marcello Cardella (Slc)-  che da quella che ha imperversato per decenni e che ha visto sul settore eccessive ingerenze della politica che hanno utilizzato gli enti culturali anche a fini clientelari”. Per Cgil e Slc una riforma organica deve basarsi su alcuni cardini: i finanziamenti su base triennale per consentire alle istituzioni culturali la programmazione annuale degli eventi; gli incentivi a una collaborazione virtuosa tra teatri; l’utilizzo razionale da parte delle istituzioni dei teatri di pietra; l’immissione nei circuiti delle produzioni dei teatri siciliani e la promozione di accordi con tour operator e compagnie aeree per prevedere l’offerta anche di rappresentazioni teatrali nei pacchetti turistici; l’utilizzo delle potenzialità offerte dalla digitalizzazione dei servizi e dalla rete con la creazione, ad esempio, di un portale dei teatri siciliani. “E’ ora- sottolineano Donato e Cardella- che si realizzi  anche un intervento di sistema integrando le politiche culturali con quelle del turismo e dei beni culturali. Ma senza una riforma organica non si va da nessuna parte, invece è ora che la politica – concludono- torni a  considerare la cultura come una risorsa strategica per lo sviluppo economico della regione”.
2015 dac

Sii il primo utente a commentare

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.