In breve

Agricoltura: le proposte dei sindacati per superare la crisi del settore

agricolturaPalermo, 31 marzo- Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil siciliane hanno consegnato agli assessori regionali all’Agricoltura e al Lavoro un documento che contiene le loro proposte per superare la crisi dell’agricoltura siciliana, salvaguardare l’occupazione rendere il settore competitivo.  Al governo regionale i sindacati chiedono nuove norme sul mercato del lavoro per combattere il lavoro nero, lo sfruttamento e il caporalato e di destinare le risorse del Piano di sviluppo rurale alle aziende che accorciano e gestiscono la filiera agroalimentare e rispettano le leggi e i contratti di lavoro. Al governo nazionale viene invece sollecitata la modifica della legge sulle pensioni, il riconoscimento del lavoro agricolo come pesante e usurante e l’inclusione  del lavoro agricolo nella settima salvaguardia pensionistica. “Un lavoratore e una lavoratrice dell’agricoltura- dicono i segretari delle tre sigle sindacali- non possono lavorare a 67 e 65 anni dentro una serra con temperature che sfiora i 50 gradi”. A
Cracolici i sindacati chiedono di potere discutere urgentemente, dopo la dichiarazione dello stato di crisi dell’agrumicoltura e dell’ortofrutta, dei provvedimenti in favore dei lavoratori. All’assessore al lavoro chiedono inoltre un tavolo per discutere di mercato del lavoro, di nuovi ammortizzatori sociali e delle iniziative per contrastare il lavoro nero, lo sfruttamento e il caporalato.
2016 dac

Newsletter

Puoi anche iscriverti a liste specifiche: