Donne diritti e legalità: giovedì 10 marzo convegno della Cgil su problemi aperti e nuove prospettive con la “Carta dei diritti universali”. Partecipano Rosy Bindi e Gianna Fracassi

invito_donnePalermo, 7 marzo- Punta anche all’affermazione dei diritti delle donne la “Carta dei diritti universali” che la Cgil ha elaborato con l’obiettivo di giungere, attraverso una proposta di legge di iniziativa popolare, a un Nuovo Statuto delle lavoratrici e dei lavoratori.  Di questo e dell’impegno delle donne per l’affermazione della legalità si parlerà  giovedì 10 marzo alla Cgil regionale (via Bernabei 22), alle 9.30, in un convegno  presieduto dalla segretaria Cgil Mimma Argurio,  che vedrà anche la partecipazione della Presidente della commissione nazionale antimafia Rosy Bindi e della segretaria confederale nazionale Cgil, Gianna Fracassi.  Partendo dalla situazione del mondo del lavoro femminile nell’isola e dai tanti emblemi dei diritti ancora oggi negati alle donne si approderà ai temi della legalità nel lavoro, della lotta
contro la mafia e del ruolo che stanno svolgendo le donne in questi due ambiti. Il programma prevede la relazione di Elvira Morana, responsabile delle politiche di genere del sindacato e gli interventi di Monica
Genovese, della segreteria regionale Cgil, e del segretario generale siciliano Michele Pagliaro. Il filo che lega ieri e oggi  nel percorso per la conquista di diritti e legalità sarà ricostruito dalla voce di donne che sono state e sono protagoniste nel sindacato di queste battaglie. Parleranno Antonella Azoti, figlia di Nicolò il segretario della Camera del lavoro di Baucina ucciso dalla mafia nel 1946; Rosalba Vella, Rsu di Almaviva, una delle vertenze più calde del momento; Bernardette Di Giacono, della Flai di Vittoria che porterà l’esperienza della lotta al caporalato e contro lo sfruttamento nelle campagne; Floriana Solaro, praticante con partita Iva in uno studio legale. Infine le conclusioni di Gianna Fracassi.
2016 dac

Newsletter

Puoi anche iscriverti a liste specifiche: