Incendi: Cgil, Cisl e Uil annunciano costituzione di parte civile contro i piromani. Presentata oggi proposta sindacale di riordino del settore forestale. Domani si apre il confronto col governo regionale

incendiPalermo, 20 giu- Cgil, Cisl e Uil siciliane assieme a Flai, Fai e Uila si costituiranno parte civile contro coloro che hanno scatenato gli incendi dei giorni scorsi. Lo hanno annunciato nel corso di un attivo unitario regionale convocato per presentare la proposta sindacale di riordino del settore forestale. “Contro il disegno criminale di chi non ha esitato a devastare la Sicilia- hanno detto Michele Pagliaro (Cgil). Mimmo Milazzo (Cisl) e Giovanni Sardo (Uil)- la risposta deve essere immediata, occorre individuare e colpire i responsabili di azioni che sono di gravità inaudita a danno del territorio e dell’intera collettività”. I sindacati dei forestali sono intanto convocati per domani alle 12 dall’assessore all’agricoltura, Antonello Cracolici – presente oggi all’attivo sindacale assieme alla presidente della commissione ambiente dell’Ars, Mariella Maggio e alla capogruppo del Pd, Alice Alselmo- per discutere del riordino del settore forestale. “Attendiamo la proposta del governo”, dicono  (Salvatore Tripi), Nino Marino (Fai) e Calogero Cipriano sottolineando che al centro della loro proposta c’è la salvaguardia, la tutela e la messa in sicurezza del territorio, attraverso la lotta al dissesto idrogeologico. “Puntiamo all’ampliamento della superficie boscata – dicono Tripi, Marino e Cipriano-  e all’uso produttivo del bosco  attraverso lo sviluppo sostenibile  della filiera legno energia”. I sindacati propongono l’introduzione al riguardo di due nuove figure professionali: l’operatore ambientale  e l’operatore delle bioenergie. Fai, Fai e Uila puntando anche all’utilizzo turistico-ricreativo dei boschi, dei parchi, delle riserve e delle aree attrezzare. Anche in questo ambito propongono l’introduzione di una nuova figura professionale: quella dell’ operatore turistico- ambientale.  Nel progetto dei sindacati le fasce occupazionali si riducono a due: i 151nisti e i lavoratori a tempo indeterminato.
2016 dac