Rete ospedaliera: Cgil, no a una riorganizzazione che parla solo di tagli e che non riguardi pure il sistema privato

corsia-ospedalieraPalermo, 14 set- “Una riorganizzazione della rete ospedaliera che prescinde dal potenziamento della medicina del territorio non è ammissibile. Si tratterebbe ancora una volta solo di tagli”. Lo dice il segretario generale della Cgil Sicilia, Michele Pagliaro specificando che “la riorganizzazione della sanità deve comunque essere concertata con le parti sociali e deve in ogni caso essere complessiva, deve cioè riguardare  anchela sanità privata  e il sistema delle convenzioni”.  La Cgil chiede all’assessorato regionale alla sanità un incontro urgente per sapere cosa il ministero ha detto delle linee guida  emanate dalla Regione e discutere inoltre del piano. “Riteniamo – aggiunge Pagliaro- che occorra entrare nel merito  dei problemi e delle criticità del sistema sanitario regionale, come ad esempio le liste d’attesa e la
medicina del territorio. Una buona sanità è un diritto essenziale e la sua organizzazione  deve tendere a migliorarne la fruizione, deve essere condivisa e non condotta con le forbici”.
2016 dac

Newsletter

Puoi anche iscriverti a liste specifiche: