In breve

Disabili: Cgil Sicilia, se Crocetta vuole seguire il modello Toscana lo faccia fino in fondo e non con interventi parziali

Palermo, 28 marzo- “Se sui disabili il governo Crocetta vuole seguire il modello ‘Toscana’ lo faccia fino in fondo definendo linee d’intervento strategiche, accessibilita’ , assistenza lavoro, progetti di vita indipendente , assistenza domiciliare diretta ed indiretta percorsi, per la deistituzionalizzazione e personalizzazione dei percorsi assistenziali “. Lo sostiene la Cgil Sicilia a proposito delle ultime misure per i disabili annunciate dal presidente della Regione. “Non siamo contro il sostegno economico- affermano Mimma Argurio ed Elvira Morana, della Cgil Sicilia- vogliamo però ricordare che in Toscana sono previsti criteri precisi come il contratto di lavoro al familiare o all’assistente personale , il piano personalizzato, l’Isee e la valutazione dell’intensità assistenziale. Riteniamo però –sottolineano – che l’aver dimenticato i bisogni dei disabili sia stato un errore grave che non può essere cancellato con interventi parziali fuori da una programmazione complessiva”. La Cgil sollecita sull’argomento un confronto serio  che coinvolga sia le famiglie che  le parti sociali, smettendola con gli interventi sull’onda emergenziale”.
2017 dac

Newsletter

Puoi anche iscriverti a liste specifiche: