Voucher: Cgil, domani delegazioni nelle prefetture contro “l’imbroglio tentato dal governo” Baseotto: “E’ una lesione della democrazia, la risposta sarà dura”

Palermo, 18 mag- Domani e dopodomani delegazioni della Cgil si recheranno presso le prefetture della Sicilia, così come avverrà nel resto del Paese, per esporre ai Prefetti la loro contrarietà sul tentativo del Governo di reintrodurre i voucher. “Un tentativo inqualificabile- ha detto il segretario nazionale Cgil, Nino Baseotto,  intervenendo al direttivo della Cgil Sicilia-  fatto da persone irresponsabili, che equivale a dichiarare che si è fatto il decreto perché si aveva paura del voto dei cittadini”. Per Baseotto si tratta “non solo di una mancanza di rispetto verso i cittadini, ma di una vera e propria lesione della democrazia, visto che la Cassazione ha annullato il referendum perché c’era un decreto che ora si vuole capovolgere,  addirittura peggiorando la condizione di partenza”. Gli incontri con i Prefetti, annuncia Baseotto, “sono solo un primo passe, se il Governo proseguirà su questa strada la risposta sarà più dura ed eclatante a questo imbroglio ai cittadini e a questa inaccettabile lesione della democrazia”. Il segretario della Cgil Sicilia, Michele Pagliaro, dal canto suo ha rilevato che “la crescita dei voucher in Sicilia di circa un milione l’anno, ha segnalato non la validità dello strumento ma un’inaccettabile abbassamento della soglia della civiltà nel lavoro, sempre più povero e precario. Quello che ora sta cercando di fare il governo è inaccettabile- ha sottolineato-  e lo contrasteremo con tutte le nostre forze”.
2017 dac

Newsletter

Puoi anche iscriverti a liste specifiche: