Ferrovie: Cgil e Filt, “Rischio di riduzione dei servizi ferroviari se Ars non approva norma per consentire nuovo contratto di servizio tra Regione e Trenitalia”

Palermo, 16 giu- La Cgil e la Filt Sicilia, in una nota dei segretari generali Michele Pagliaro e Franco Spanò, denunciano “il rischio di un’ulteriore diminuzione dei già ridotti servizi ferroviari in Sicilia se non verrà approvata rapidamente la norma per consentire la stipula del Contratto di Servizio decennale tra la Regione e Trenitalia”. Si tratta di un passaggio “necessario- rilevano- per dare il via agli investimenti finalizzati all’ampliamento dei servizi”. Pagliaro e Spanò, che si dicono preoccupati per “il rischio di ulteriore stallo a causa della critica situazione politica della Regione”, affermano che “la stasi su una partita così delicata è ancora più intollerabile alla vigilia dell’entrata in funzione di alcune nuove tratte ferroviarie recentemente realizzate con i pur scarsi e ancora insufficienti investimenti previsti”. Cgil e Filt sollecitano dunque l’approvazione del provvedimento stralciato dal collegato alla legge di stabilità, che consentirà la stipula di un contratto di servizio decennale con Trenitalia superando l’attuale proroga , “prevedendo nel nuovo Contratto di servizio i necessari aumenti di risorse finanziarie e di materiali ferroviari che permetteranno di implementare la quantità e la qualità dei servizi resi”.
2017 dac