Ricerca: da ieri sera precari del Cnr occupano la sede di via La Malfa a Palermo. Chiedono lo stanziamento nel bilancio dello Stato delle risorse per le stabilizzazioni

Palermo, 22 nov- Da ieri sera circa cinquanta precari del Cnr, ricercatori e personale tecnico – amministrativo, occupano la sede palermitana dell’istituto di ricerca, in via Ugo La Malfa.  L’iniziativa è nell’ambito della protesta nazionale dei precari Cnr che chiedono che nella legge di bilancio dello Stato  venga stanziato un finanziamento ad hoc per le stabilizzazioni. I lavoratori precari presso il Consiglio nazionale delle ricerche sono 2.637 in tutta l’Italia, un centinaio di questi nelle sedi della Sicilia occidentale. “ Attualmente- dice Annalisa Pinsino, ricercatrice a Palermo, precaria da una quindicina d’anni- i nostri stipendi vengono pagati con i fondi dei bandi di ricerca. Chiediamo oggi che lo Stato si faccia carico delle stabilizzazioni predisponendo un finanziamento ordinario adeguato e mettendo fine a situazioni di precariato che vanno avanti da troppo tempo”.
2017 dac