Casa: Sunia Sicilia, il caro affitti penalizza gli universitari fuorisede. “In Sicilia il 50% degli affitti agli studenti è in nero, con lievitazione dei canoni”. Il Sunia chiede l’intensificazione dei controlli.

Palermo, 3 set- Il Sunia Sicilia, con la segretaria regionale Giusy Milazzo, chiede “che si intensifichino i controlli, anche da parte dei Comuni, per evitare un abusivismo nelle locazioni che droga il mercato degli affitti e penalizza gli studenti ”. “In Sicilia – dice Milazzo- gli affitti agli studenti sono per oltre il 50% in nero,   una piaga che comporta  lievitazione dei canoni  e un caro affitti che è certamente un problema per gli universitari fuori sede e per le loro famiglie, che si ritrovano spesso senza alcuna garanzia che il canone sia equo e l’alloggio confortevole e sicuro”. Il Sunia sottolinea che “il diritto allo studio va garantito, anche agendo su questo fronte”, tant’ è che a Catania il sindacato inquilini ha lanciato il progetto della White List, per agevolare l’incontro tra domanda ed offerta tra gli studenti in cerca di un alloggio e i proprietari disponibili ad affittare con un contratto in regola  alloggi in buone condizioni con canone  elaborato  in base agli accordi territoriali che mirano  a calmierare i canoni”. Milazzo rileva anche che “alcuni dei nuovi accordi territoriali nelle grandi città universitarie hanno previsto una revisione dei canoni degli alloggi arredati creando una significativa relazione tra i canoni e la sicurezza , il confort , la qualità e  la completezza, “cosa che renderà più facile per gli studenti trovare  stanze o appartamenti  a prezzi più equi e in migliori condizioni”.
2018 dac

Newsletter

Puoi anche iscriverti a liste specifiche: