Cgil: Franco Spanò confermato segretario generale della Filt regionale

Palermo, 17 ott- Franco Spanò 62 anni, di Messina, è stato confermato alla guida della Filt Cgil, Sicilia, federazione dei lavoratori dei trasporti. Lo ha eletto l’assemblea generale della categoria con 62 voti a favore e un astenuto, al termine del congresso che ha visto  anche l’intervento del segretario nazionale Filt, Antonio Corradi.
“La questione trasporti si configura in Sicilia come problema di mobilità e come problema occupazionale. Nel solo trasporto pubblico locale nell’ultimo anno sono andati perduti un migliaio di posti di lavoro. Gli interventi che chiediamo hanno la doppia finalità del miglioramento dei servizi ai cittadini e alle imprese e della tutela e dell’incremento dell’occupazione”. Lo ha detto Spanò nell’intervento che ha seguito la sua elezione.  “La Regione- ha proseguito – con l’alibi della competenza esclusiva  ha ridotto in maniera scriteriata le risorse destinate al settore, non vincolandole ad alcun parametro nazionale. Urge una razionalizzazione- ha aggiunto- ed è a questo fine che come sindacato chiediamo la creazione dell’Agenzia regionale dei trasporti che dovrà servire anche a rideterminare una prospettiva e un futuro per l’Ast,, alle prese oggi con una crisi di risorse che rischia di portarla alla liquidazione coatta”. Per l’Ast la Filt chiede “razionalizzazione e gestione unitaria. E la definizione di un piano industriale che tenga conto della necessità della riduzione dei costi ma che garantisca nel contempo servizi e diritti contrattuali”. La Filt di Spanò, come ha sottolineato il neo eletto segretario, continuerà a sollecitare l’adeguamento delle infrastrutture stradali e autostradali. “Solleciteremo maggiori risorse anche per la riqualificazione del sistema ferrovie”, ha aggiunto. Per il trasporto aereo, ha affermato Spanò,  “si rende necessaria in relazione alla crescita dei volumi l’adeguamento di infrastrutture e servizi e il recupero di una dimensione contrattuale, a partire dai lavoratori Ryanair”. “Il settore dei trasporti- ha rilevato il segretario della Filt- con le attività a esso collegate, i servizi e la loro organizzazione può peraltro determinare un aumento del Pil del 3%”.
2018 dac

Newsletter

Puoi anche iscriverti a liste specifiche: