Casa: Sunia non farà parte dei consigli di amministrazione degli Iacp “Serve riforma integrale del settore”

Palermo, 26 nov- Il Sunia regionale, sindacato degli inquilini,  non farà parte con propri rappresentanti dei consigli di amministrazione degli Iacp siciliani. Lo ha comunicato all’assessore regionale alle infrastrutture, Marco Falcone, con una lettera firmata dalla segretaria generale, Giusy Milazzo, in risposta alla richiesta della regione dei nominativi da inserire nei cda. “La nostra scelta, già peraltro assunta la scorso anno in occasione di un’analoga richiesta inviata dal precedente Governo regionale- scrive Milazzo all’assessore-  è motivata dal fatto che riteniamo indispensabile che sia attuata una completa rivisitazione dell’attuale sistema di funzionamento, gestione e governance degli Enti e una integrale riforma del settore. In mancanza di una scelta politica in tal senso – aggiunge- il ruolo e il compito degli Istituti continuerà ad essere svilito  e continuerà a  non essere raggiunto l’obiettivo di assicurare il diritto all’abitare per le fasce sociali meno abbienti”. La segreteria regionale del Sunia ollecita dunque l’immediata apertura di un confronto  e sottolinea che “il ruolo del Sindacato utile a garantire i diritti degli assegnatari e dei tanti che attendono l’assegnazione di un alloggio sociale, oltre a quello  vertenziale è quello propositivo. Ed esso potrebbe essere espletato pienamente – conclude Milazzo- se fosse costituito un organismo regionale preposto all’elaborazione, all’attuazione ed alla revisione delle politiche abitative regionali”.
2018 dac

Newsletter

Puoi anche iscriverti a liste specifiche: