Finanziaria:allarme dei sindacati di categoria per i tagli annunciati al settore agro-forestale

Palermo, 29 gen- In allarme Flai Cgil, Fai Cisl e uila Uil siciliane per i tagli annunciati dal Governo, nella Finanziaria regionale, a Esa, Consorzi di bonifica e comparto forestale. “ Se questi verranno confermati- scrivono in una nota congiunta Alfio Mannino , Pierluigi Manca e Antonio Marino- non verranno solo pregiudicate le attività ma si aggraveranno i problemi dell’intero settore agro forestale”.  Per la forestale, affermano i sindacati si parla addirittura di 53 milioni che verrebbero meno “ e mentre i dipendenti dei Consorzi di bonifica attendono 12 mesi di stipendi arretrati, somme attualmente non previste in Finanziaria, si pensa di decurtare i fondi ordinari, già insufficienti a risolvere i problemi del settore. Il settore agro- forestale – dicono i tre segretari- rischia di non essere più in grado di funzionare e questo peraltro nonostante le assicurazioni dateci dal governo in merito alle risorse che sarebbero state messe a disposizione”. Preoccupati Flai, Fai e Uila anche per il fatto che “i ritardi che si stanno scontando nell’approvazione di questa finanziaria- sottolineano- sta facendo slittare anche la discussione sulle riforme della forestale e dei Consorzi di bonifica e sul rilancio dell’Esa, temi su cui c’è anche un impegno assunto con i sindacati dal governo”.
2019 da