Snai e Aree interne:Cgil Sicilia denuncia ritardi e chiede alla Regione di velocizzare iter attuativi

Print Friendly, PDF & Email

S. Agata Militello (Me)- 24 lug- Un grido di allarme sui ritardi del Governo regionale su Snai e misure per le aree interne è stato lanciato oggi dalla Cgil Sicilia nel corso di un convegno promosso dall’Unipol. “Mancano ancora  i decreti attuativi degli Accordi di Programma già siglati, primo tra tutti quello delle Madonie- ha detto Monica Genovese, segretaria regionale Cgil, organizzazione che ha tenuto molte iniziative sull’argomento-  mentre quello dei Nebrodi aspetta la firma del governo regionale La Regione – ha aggiunto- ha impegnato 160 milioni sulle cinque aree ma sono attualmente bloccati”. L’esponente della Cgil ha sottolineato che “il tema dello sviluppo territoriale in queste aree  è strumento per assicurare diritti costituzionalmente garantiti che in questo momento sono negati, come il diritto alla salute e quello all’istruzione. Ecco perchè- ha sostenuto-  la Regione deve prontamente intervenire per velocizzare gli iter attuativi delle strategie”. Al convegno hanno partecipato sindaci dell’ area dei Nebrodi, amministratori delle Snai Madonie  Calatino e Simeto, esponenti dell’Anci e  l’ assessore regionale alle autonomie locali Bernadette Grasso ”.
2019 dac