In breve

Forestazione: Cgil e Fp Sicilia chiedono piano di assunzioni di figure professionali oggi mancanti nell’amministrazione regionale per garantire un’adeguata progettazione degli interventi

Print Friendly, PDF & Email

Palermo, 6 lug- Una riforma della forestazione  e insieme un piano operativo di assunzioni per “colmare la carenza nell’amministrazione di figure professionali essenziali come geologi, geotecnici, esperti in scienze forestali, in ingegneria e architettura ambientale, agronomi”. A sollecitarli sono la Flai Cgil e la Funzione pubblica della Sicilia che chiedono al governo regionale “un tavolo di concertazione – dicono i segretari generali di Flai e Fp, Tonino Russo e Gaetano Agliozzo- che possa favorire un rinnovato approccio al tema della tutela ambientale e alla salvaguardia della salute favorendo lo sviluppo sostenibile e la massima occupazione nella nostra regione”. “Serve un riassetto organizzativo- sostengono i due esponenti sindacali- ma anche una implementazione numerica e funzionale della macchina amministrativa regionale, in modo da dotarla di figure fondamentali  che sostengano  il settore forestale nella progettazione oggi demandata al corpo forestale e agli operai forestali”.
Flai e Fp rilevanoc che “occorre tenere insieme le diverse pianificazioni, urbanistiche e territoriali come i piani per l’assetto idrogeologico e i piani paesaggistici e per farlo non si può navigare a vista ma  serve un approccio progettuale e professionale”. Flai e Fp sottolineano la necessità di un’unica governance per il settore .  “La necessità di risposte – affermano Russo e Agliozzo- diventa sempre più urgente in termini di salvaguardia del territorio dal dissesto idrogeologico, manutenzioni e miglioramento ambientale , anche alla luce della rinnovata sensibilità generale sui temi dell’ambiente”.
2020 dac