In breve

Incendi: Cgil e Flai, “Controlli, pene più severe e rafforzamento del servizio antincendio” Mannino e Russo: “Incomprensibile la sospensione dei lavoratori della manutenzione”

Print Friendly, PDF & Email

Palermo, 30 ago- “Più controlli e pene più severe per i responsabili. E insieme l’accelerazione della riforma del settore forestale, rafforzando il servizio antincendio con mezzi adeguati ed efficienti, maggiori risorse umane e assicurando un ricambio generazionale”. E quello che chiedono la Cgil e la Flai siciliane a fronte del divampare di incendi che stanno devastando in queste ore il territorio siciliano, come gli ultimi nel bosco della Moarda sopra Altofonte e nella riserva dello Zingaro. “Siamo vicini alle popolazioni colpite – scrivono in una nota congiunta Alfio Mannino e Tonino Russo, segretari generali della Cgil e della Flai- e condanniamo fortemente gli atti criminali che inequivocabilmente stanno a monte di queste devastazioni. Le responsabilità vanno individuate e sanzionate in modo duro”. Mannino e Russo aggiungono che “sul piano organizzativo risulta incomprensibile la sospensione dei lavoratori della manutenzione in un periodo in cui potrebbero continuare i lavori di prevenzione, si potrebbe organizzare la vigilanza attiva e fare le opere di bonifica nei luoghi percorsi dagli incendi per evitare che  riprendano. Inoltre- sottolineano- vanno immediatamente eseguire le opere di messa in sicurezza dei luoghi percorsi dagli incendi per evitare che con le prime piogge ci siano smottamenti e caduta di massi”.

2020 dac