In breve

Covid-19: Cgil e Fp Sicilia sollecitano piano straordinario di assunzioni nella sanità e il coinvolgimento delle strutture private per far fronte all’emergenza. “Chiediamo garanzie sulle prestazioni ordinarie”. Mannino “No a scorribande della politica sulla sanità”

Print Friendly, PDF & Email

Palermo, 19 ott- Un piano straordinario di assunzioni di personale sanitario, l’attivazione di posti letto Covid anche nella sanità privata, a supporto anche della garanzia dell’erogazione delle prestazioni ordinarie nella sanità pubblica che “vanno sempre e comunque assicurate”. Sono alcune delle richieste avanzate dai segretari generali della Cgil e della Funzione pubblica, Alfio Mannino e Gaetano Agliozzo nella videoconferenza con l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, per fronteggiare l’attuale emergenza sanitaria. Per un dialogo continuo e costruttivo i sindacati hanno chiesto un tavolo permanente con incontri periodici finalizzati a verificare i percorsi attivati per il superamento delle criticità esistenti.  Sul tavolo anche “la questione della stabilizzazione del personale precario e della valorizzazione del personale tutto nell’ ambito di un progetto per il superamento dell’emergenza e in generale per il rafforzamento strutturale del sistema sanitario pubblico”.  Per quanto riguarda l’Asp di Palermo l’assessore Razza ha assicurato ai sindacati che la stabilizzazione di 247 unità a tempo determinato verrà completata entro dicembre. “Dobbiamo affrontare la crisi di questo periodo- ha detto Alfio Mannino- e contemporaneamente dare risposte in termini strutturali, tema su cui la Regione sconta ritardi. Questo significa investire sulla medicina del territorio, sul coordinamento sanità- sistema socio assistenziale e per farlo- ha sottolineato- occorre individuare e dislocare opportunanente le risorse disponibili a partire dai residui dei fondi strutturali”.  Da Mannino anche un monito a “stoppare eventuali tentativi di scorribande politiche sulla sanità”. Cgil e Fp  hanno posto anche il problema di “un rapporto non sempre facile con le Asp sul territorio”, ha detto Agliozzo chiedendo al rappresentante del governo di “ sostenere attivamente la richiesta sindacale di appositi tavoli, esercitando una funzione di indirizzo”. Sollevato anche il tema della Seus al cui proposito ai sindacati è stata assicurato un  imminente tavolo specifico. Perplessità dalla Cgil sul ventilato ricorso alle agenzie interinali per l’assunzione di personale sanitario con la controproposta di attingere alle graduatorie.  “Chiediamo anche- ha detto Agliozzo- che per chi sta prestando servizio  Covid  si preveda una riserva di posti nei concorsi”. Rilevata anche l’esigenza  di un maggiore protagonismo dei medici di base.
2020 dac