In breve

Politiche di genere : Firmato accordo sindacati- Caronte & Tourist Cgil e Filt Sicilia: “Intesa innovativa che promuove il lavoro delle donne, la conciliazione tempi di vita e tempi di lavoro e azioni contro la discriminazione e la violenza di genere”

Print Friendly, PDF & Email

Palermo, 22 ott- “Un accordo innovativo, che mette insieme occupazione e welfare dando un segnale importante su un tema quale quello del lavoro delle donne, oggi all’attenzione sia delle politiche nazionali che di quelle comunitarie”: è il commento di Mimma Argurio, segretaria regionale Cgil e Franco Spanò, segretario generale della Filt Cgil Sicilia sull’intesa siglata oggi tra i sindacati e il gruppo Caronte & Tourist. L’accordo definisce l’obiettivo dell’incremento di almeno il 10% dell’occupazione femminile  nell’azienda entro giugno 2023, promuove azioni per conciliare i tempi del lavoro con i tempi di vita ( contributo di 500 euro da gennaio per la frequenza dei figli dell’asilo nido e della scuola dell’infanzia, permesso di 3 giorni al genitore per l’inserimento e smart working nelle situazioni di necessità di lavoro di cura), e anche iniziative contro la violenza di genere)
Per i due esponenti sindacali “si apre un percorso di rilancio dell’occupazione femminile accompagnato da politiche di conciliazione dei tempi di lavoro con la genitorialità e i tempi di vita , percorso ancora più significativo perché in un settore a prevalenza maschile e in un momento in cui le donne sono i soggetti maggiormente colpiti dalle conseguenze economiche della pandemia”.
“Le donne assieme ai giovani sono oggi – aggiungono- i soggetti su cui puntare per la ripresa della Sicilia e del Paese, come è ormai opinione comune. L’accordo di oggi- sottolineano Argurio e Spanò- dà gambe e fiato a questo comune sentire”.
Argurio e Spanò rilevano anche l’importanza del punto dell’accordo che mira a contrastare qualunque discriminazione che penalizzi la diversità e le molestie e la violenza di genere espressa anche in forma psicologica, attraverso una sensibilizzazione sulla gestione di eventuali problemi che si venissero a creare.
“Gli impegni sottoscritti- affermano Argurio e Spanò- sono importanti: si va dall’incremento dell’occupazione femminile, al contributo per gli asili nido, ai permessi retribuiti di 3 giorni per l’inserimento nel nido. Importanti anche il riferimento allo smart working e l’istituzione della Commissione paritetica aziendale sulle pari opportunità”.
“La nostra valutazione- sostengono Argurio e Spanò- non può dunque che essere positiva su un’intesa che tocca temi così importanti che ci auguriamo che possa fare da apripista per iniziative analoghe in altre aziende”.
2020 dac