In breve

Turismo e pubblici esercizi: sindacati di categoria di Cgil Cisl e Uil chiedono alla regione tavolo tecnico per trovare soluzioni alla crisi in atto

Print Friendly, PDF & Email

Palermo, 21 ott- Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs siciliane chiedono, con una nota inviata all’assessore al turismo Manlio Messina,  “l’istituzione di un tavolo tecnico con la partecipazione di sindacati, associazioni datoriali e degli assessori regionali al Lavoro, alle Attività produttive e all’Economia  per individuare politiche strategiche e costruire un vero e proprio piano industriale per i settore del turismo e dei pubblici esercizi”. I sindacati di categoria chiedono  anche che “vengano individuate le giuste risposte per le lavoratrici e i lavoratori stagionali rimasti senza reddito a causa della ritardata e modificata partenza della stagione turistica estiva”.“Servono percorsi di riqualificazione in un’ottica di sistema – scrivono le segretarie regionali Monia Cajolo, Mimma Calabrò e  Marianna Flauto-  con proposte che puntino alla qualità e all’efficienza della rete dei trasporti, alla valorizzazione integrata dei beni culturali e de patrimonio ambientale ed enogastronomico siciliano, anche attraverso formazione specifica. Per realizzare questo- aggiungono- ed evitare che l’emergenza sanitaria porti a chiusure di attività sono necessari interventi economici, trovando risorse adeguate nel Recovery Fund”. Le tre esponenti sindacali concludono:  “Dobbiamo cogliere la sfida di un turismo all’insegna dell’innovazione e della sicurezza con maggiore attenzione alla professionalità degli addetti, contrastando ogni forma di lavoro irregolare, vigilando sugli appalti e sulle condizioni di lavoro”.
2020 dac