In breve

Covid19: “Eventuali irregolarità nella gestione dell’emergenza vengano denunciate e sanzionate. No al teatrino mediatico si risolvano piuttosto i problemi strutturali della sanità siciliana”

Print Friendly, PDF & Email

Palermo, 23 nov- “Eventuali scorrettezze e irregolarità nella gestione dell’emergenza Covid19 devono essere denunciate e devono seguire gli opportuni provvedimenti. La gestione dell’emergenza non deve avere alcun buco nero, i cittadini devono sapere con certezza e con la verità come si sta procedendo per affrontare il problema”. Lo dice il segretario generale della Cgil Sicilia, Alfio Mannino, secondo il quale “le polemiche a mezzo stampa e lo scaricabarile di responsabilità lasciano allibiti di fronte alla necessità evidente di darsi da fare per colmare i deficit strutturali della sanità siciliana”. “Ci troviamo di fronte a un’emergenza- dice Mannino- che tuttavia non può essere affrontata solo con la logica dell’emergenza. Occorre invece dare risposte di natura strutturale, che permangano nel tempo, per garantire un diritto alla salute generale e di tutti. Non si può infatti pensare di trascurare altre patologie- sottolinea Mannino-  bisogna far fronte al Coronavirus e a tutto il resto, altrimenti si pagheranno prezzi altissimi da mancate cure”. Il segretario della Cgil rileva che “è stato certamente un errore chiudere tanti ospedali, soprattutto nelle zone interne  e nei piccoli centri. E lo è stato anche non investire sulla medicina territoriale. I danni derivanti da queste decisioni stanno adesso emergendo tutti ”.  Quanto alla carenza di personale medico e paramedico negli ospedali siciliani Mannino dice: “Si ripensino gli organici, evidentemente sottostimati, e si proceda con un’offerta di lavoro strutturata e stabile con partite Iva o contratti di somministrazione”.
2020 dac