In breve

Lavoro: In Sicilia oggi protestano forestali e lavoratori pubblici, per riforme, assunzioni, contratti e diritti, Mannino (Cgil), “Giornata di lotta che sollecita la politica a intervenire dando risposte ai lavortaori”

Print Friendly, PDF & Email

Palermo, 9 dic- “Le manifestazioni in corso oggi in Sicilia, dei lavoratori forestali e del pubblico impiego, segnalano esigenze ormai indifferibili e sollecitano la politica a intervenire: le riforme per dare efficienza ed efficacia ai due comparti , anche con nuove assunzioni, e il rinnovo dei contratti di lavoro”: lo dice Alfio Mannino, segretario generale della Cgil Sicilia, che partecipa oggi a Palermo alle iniziative di protesta dei forestali e dei lavoratori pubblici, quest’ultima mobilitazione a carattere nazionale. “La riforma del settore forestale- afferma Mannino- deve avere l’obiettivo della tutela del nostro patrimonio ambientale e naturalistico assicurando per questa via la stabilità del lavoro. Per i forestali chiediamo anche il rispetto dei diritti contrattuali a partire da quello di ricevere puntualmente la retribuzione, cosa che ora non accade”. “Per quanto riguarda i comparti pubblici – aggiunge-  alla base della protesta c’è il rinnovo dei contratti , ma anche nuove assunzioni e riforme. Per l’amministrazione regionale – specifica- la riforma deve avere gli obiettivi dell’efficacia e dell’efficienza della macchina amministrativa, fondamentali ai fini dello sviluppo”. Riteniamo anche necessaria una rigenerazione della pubblica amministrazione- aggiunge-, ma anche del comparto forestale, con nuove assunzioni che apportino nuove competenze e scongiurino che un’intera generazione venga tagliata fuori da questi importanti comparti”.
2020 dac