In breve

Sicilia: Flai Fai e Uila Sicilia, riforme e non tagli per la forestale e i consorzi di bonifica Allarme dei sindacati di categoria per il piano del governo

Print Friendly, PDF & Email

Palermo, 14 gen- Destano allarme e sconcerto tra i sindacati di categoria i tagli di risorse al settore forestale e ai consorzi bonifica previsti dal piano approvato dalla giunta regionale e proposto al governo nazionale per ottenere la rateizzazione del disavanzo del 2018. “Dopo tre anni di discussione sulle riforme- scrivono in una nota Tonino Russo ( Flai Cgil), Pierluigi Manca (Fai Cisl) e Nino Marino (Uila Uil)- è incredibile che si voglia aggredire i due settori con l’accetta. Le riforme sono una cosa più complessa- aggiungono- devono mirare ad ammodernare e rendere efficienti i comparti , come da tempo come sindacati chiediamo, e non a determinare macelleria sociale”. Le tre sigle sindacali chiedono dunque al governo regionale di “rivedere il proprio orientamento e di aprire subito i tavoli negoziali per giungere quanto prima alle riforme della forestale e dei consorzi”.
2021 dac